Contro il Coronavirus, 11 membri del Congresso degli USA hanno chiesto al Dipartimento del Tesoro l’uso della blockchain.

Proprio ieri vi abbiamo parlato dei 32 progetti di legge su criptovalute e blockchain che i membri della Camera dei Rappresentanti e quelli del Senato degli Stati Uniti hanno presentato nel corso di un anno. La notizia di oggi è che per combattere il Coronavirus, 11 membri del Congresso degli USA hanno chiesto al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti di esaminare nuove tecnologie, tra cui blockchain e tecnologia di contabilità distribuita (DLT).

L’obiettivo è quello di aiutare a semplificare il modo in cui denaro e forniture sono distribuiti ai sensi della legge federale, cercando di rilanciare l’economia durante la crisi. Gli 11 legislatori hanno scritto una lettera al segretario al Tesoro USA Steven Mnuchin menzionando il ruolo che la blockchain e la tecnologia di contabilità distribuita possono svolgere nella distribuzione degli stimoli.

A guidare l’azione è stato il deputato Darren Soto (D-Fla.). A lui, nel firmare la lettere, si sono uniti: Tom Emmer (R-Minn.), David Schweikert (R-Ariz.), Ro Khanna (D-Calif.), Warren Davidson (R-Ohio), Ted Budd (RN.C.), Tulsi Gabbard (D -Hawaii), Anthony Gonzalez (R-Ohio), Bill Posey (R-Fla.) E Ben McAdams (D-Utah) e Stacey Plaskett (DU.S. Isole Vergini).

Contro il Coronavirus, 11 membri del Congresso degli USA hanno chiesto al Dipartimento del Tesoro l’uso della blockchain.

La lettera dei legislatori USA

La lettera, indirizzata al tesoriere USA per farlo ammorbidire nei confronti della tecnologia blockchain soprattutto nel periodo di Coronavirus. Nella lettera, il gruppo ha approfondito i vantaggi offerti dalla tecnologia blockchain nei trasferimenti di denaro trasparenti ed efficaci, in particolare i controlli di stimolo da $ 1.200. È stato sottolineato che la liquidità nei fondi può ottenere una spinta tanto necessaria utilizzando queste tecnologie innovative:

“Comprendiamo che la tua missione principale è quella di fornire assistenza urgente e necessaria alle piccole imprese e alle famiglie lavoratrici d’America. Poiché la pandemia continua a incidere sull’economia, non vediamo l’ora di sostenere gli sforzi dell’Amministrazione per far funzionare le piccole imprese americane, dando priorità anche a salute, sicurezza e controllo adeguato.

Poi, gli 11 legislatori proseguono sostenendo:

Incoraggiamo quindi fortemente il dipartimento del Tesoro a utilizzare le innovazioni del settore privato come blockchain e DLT per supportare le funzioni necessarie del governo per distribuire e tracciare i programmi di soccorso e dire che tutte le linee guida supportano l’uso della tecnologia per facilitare la consegna dei benefici del CARES Act. Tali iniziative garantiranno sia che l’America mantenga il proprio vantaggio tecnologico sia che i soccorsi vengano consegnati rapidamente alle piccole imprese e agli individui che ne hanno più bisogno.”

Staremo a vedere se il Dipartimento del Tesoro e il Presidente USA Trump ascolteranno gli 11 legislatori e decideranno di affidarsi alla blockchain e DLT per dare il colpo di grazia alla pandemia da Coronavirus.