Tuttavia, mentre la proposta di legge sta facendo il suo corso, arriva una contromossa da Sberbank, la più grande banca russa, che sta acquistando più sportelli bancomat contactless alimentati da blockchain.

Nemmeno una settimana fa, vi abbiamo parlato dell’intenzione della Banca Centrale della Federazione Russa di vietare la distribuzione e l’utilizzo di criptovalute. La proposta di legge, vieterebbe gli acquisti e le operazioni con criptovalute, punendo gli eventuali trader con un massimo di 7 anni di carcere, mentre la multa per l’emissione di risorse digitali in Russia senza approvazione sarà di 28.000 USD. 

Tuttavia, mentre la proposta di legge sta facendo il suo corso, arriva una contromossa da Sberbank, la più grande banca russa, che sta acquistando più sportelli bancomat contactless alimentati da blockchain.

Sberbank acquista ATM

Sberbank è la prima banca in Russia ad aver ottenuto un brevetto per una soluzione di operazioni pronti contro termine, che utilizza la tecnologia di contabilità distribuita.

Attraverso questo sistema le parti di un accordo possono registrare i termini di un contratto di riacquisto all’interno di un ambiente decentralizzato auto-eseguibile, in poche parole, firmare un contratto intelligente, con la firma elettronica tramite un libro mastro distribuito. Andrey Shemetov, vicepresidente, capo dei mercati globali, Sberbank ha dichiarato:

“La soluzione che abbiamo progettato è la prima dimostrazione di ciò che la tecnologia blockchain è in grado di modellare un prodotto finanziario completo come il pronti contro termine. Sberbank ha dimostrato che la nuova infrastruttura decentralizzata può essere costruita sulla blockchain, consentendo alle parti degli accordi finanziari più complicati di lavorare direttamente tra loro senza mediatori. “

Detto questo, la banca in questione sta facendo man bassa di sportelli ATM che utilizzano la tecnologia blockchain, in un momento abbastanza delicato per la crittografia, dato che la Russia è in procinto di vietare qualunque azione prenda in considerazione le valute digitali.

Sberbank: sportelli blockchain contro il covid

Gli sportelli blockchain

Gli sportelli ATM in ogni caso non hanno nessun rapporto col tema criptovalute, bensì lo scopo di Sberbank è quello di ridurre l’utilizzo fisico della carta di credito, data l’emergenza Coronavirus. Per farlo i dispositivi blockchain supporteranno i sistemi di pagamento:

  • Google Pay
  • Apple Pay
  • Samsung Pay
  • Mir Pay
  • Huawei Pay

Saranno dotati di un riconoscimento modelli, dato che gli sportelli potranno essere attivati direttamente dal proprio smartphone, inoltre possiedono un sistema contro gli attacchi vandalici, e ciascuno di loro potrà immagazzinare circa 14,5 mila banconote. Ma la raccolta di bancomat non sembra ancora terminata Sberbank prevede di acquistare 5.000 sportelli per un valore di $108 milioni. Ad oggi in tutta la Russia sono presenti 75.000 sportelli ATM di Sberbank, 55.000 in piena attività.

Anche altre banche del territorio russo si sono mosse per combattere la situazione covid-19, istituendo pagamenti remoti e contactless, tecnologia NFC ormai diffusa in molte nazioni. Ma le banche russe preferiscono andare oltre quella tecnologia, la VTB una rivale di Sberbank, intende lanciare un servizio di prelievo contanti tramite smartphone basandosi sui sistemi di Apple Pay, e Google Pay.

Fa riflettere il fatto che Sberbank che è una banca di proprietà dello stato si stia espandendo così tanto in ambito blockchain quando lo stato stesso sta per “bandire” la criptovaluta. Che quella della Russia sia solo una mossa per capire quanto potrebbe guadagnare  grazie alle criptovalute e la blockchain? Lo scopriremo, in fin dei conti non è così scontato che la Russia possa prendere decisioni a breve.