Nella crypto news di oggi parliamo di un’accusa. Class Action ha accusato la convalida ottenuta da Visa, chiamata Plaid.

Nella crypto news di oggi, 30 giugno, parliamo di un’accusa. Class Action ha accusato la convalida ottenuta da Visa, chiamata Plaid, per una cifra che supera i $5 miliardi. Per mezzo di essa, pare che abbia potuto visionare i dati finanziari di molti utenti.

Scopriamo nel dettaglio cosa è successo nella crypto news.

crypto news: Violazione della privacy!

Questa accusa è stata resa nota cinque giorni fa, in California. Oggi la crypto news è possibile aggiornarla con qualche informazione più precisa.

Gli accusatori sono fermamente convinti del fatto che con Plaid, abbia violato la privacy degli utenti, tra cui le loro generalità. Tutto ciò ha portato Visa ad ottenere denaro da milioni di compravendite finanziarie.

crypto news: Cos’è Plaid?

Si tratta di un modo semplice per gli utenti di connettere conti bancari ad un’app.

Le sue integrazioni sono conformi a PSD2. Esse offrono un accesso sicuro e affidabile all’ecosistema finanziario europeo. Plaid è fornitore leader in Europa e Nord America. Collega oltre 3.000 app a oltre 11.000 istituti finanziari, il tutto tramite un’unica API.

Visa con Plaid sapeva tutto!

Class Action, sostiene che la società, ha raccolto i dati facendosi aiutare dai servizi popolari come Venmo, Stripe, Square’s Cash App e Robinhood.

L’accusa, infatti, crede che sapesse tutto dei suoi utenti. Ha provato a far finta di niente sperando che non fosse scoperta. 

Abbiamo visto anche nelle crypto news di oggi come le truffe siano sempre pronte ad agire.

Violare la privacy di una persona o di una società significa controllare illegalmente ciò che uno fa. Bisogna sempre stare con occhi ed orecchie aperte. Il rischio di essere truffati, controllati e di conseguenza, pilotati è sempre alle porte.

A voi è mai successo di rimanere vittime del sistema tecnologico?

A domani con altre imperdibili crypto news.