Come abbiamo visto in queste settimane molti sono stati i passi in avanti della Cina ma anche di Libra, che molti davano ormai per spacciata ma che si rinnovata cambiando il nome in Novi.Il paese sempre più trepidante nei suoi sviluppi tecnologici, pubblica un libro per educare educare i funzionari governativi sulla valuta digitale, proponendo anche misure politiche per dover affrontare in futuro nuove sfide come Libra (Novi).

Come abbiamo visto in queste settimane molti sono stati i passi in avanti della Cina ma anche di Libra, che molti davano ormai per spacciata ma che si rinnovata cambiando il nome in Novi. Dopo che la società ha dovuto affrontare l’opposizione di molti paesi, e il ritiro di alcuni nomi importanti come PayPal,Visa,etc, Libra si dava ormai per essere un progetto senza futuro, ma la società non si era mai arresa e Libra è rinata come Novi. La Cina dal canto suo sta compiendo molti sforzi per giungere al compimento della sua valuta digitale, ad ogni modo non si è limitata a questo ma ha sfornato una stablecoin regionale, per far muovere il commercio tra Cina,Corea e Giappone.

Anche lo sviluppo della blockchain in Cina procede velocemente e persino il colosso Tencent, la società che sta dietro a WeChat il diretto concorrente di Facebook, ha stanziato dei fondi per lo sviluppo di varie tecnologie tra cui proprio la blockchain. Il paese sempre più trepidante nei suoi sviluppi tecnologici, pubblica un libro per educare i funzionari governativi sulla valuta digitale, proponendo anche misure politiche per dover affrontare in futuro nuove sfide come Libra (Novi).

Il paese sempre più trepidante nei suoi sviluppi tecnologici, pubblica un libro per educare educare i funzionari governativi sulla valuta digitale, proponendo anche misure politiche per dover affrontare in futuro nuove sfide come Libra (Novi).

La cina ha bisogno di regole 

Il libro in questione fa parte di una serie di testi che discutono delle conseguenze politiche ed economiche in ambito tecnologico, riferendosi alle criptovalute e all’intelligenza artificiale. L’editore del testo è la Central Party School ,l’istituto superiore che forma funzionari del governo per il Partito comunista.

Stando a quanto riportato dall’agenzia di stampa cinese jinse.com, il libro affronta varie tematiche:

  • valuta digitale della banca centrale
  • pagamenti transfrontalieri 
  • stablecoin 
  • Libra
  • offerte e scambi di monete iniziali

Parlando di Libra, il libro, la pone come l’esempio perfetto di partenariati pubblico-privato col potenziale per diventare la futura valuta mondiale. Ma non dice solo questo, sostiene inoltre che Libra potrebbe essere di ostacolo al governo per espandere la valuta dello yuan digitale.

“La Cina inizialmente si basava sul pagamento mobile per andare avanti, ma ora Libra ha il potenziale per cambiare di nuovo il gioco”, ha recentemente affermato Hongzhang Wang, ex presidente della China Construction Bank.

“Non possiamo affrontare i nuovi rischi scoraggiando gli sviluppi tecnologici”

“Ciò consentirebbe alle aziende statunitensi di costruire un sistema di valuta digitale attraverso la tecnologia blockchain, che potrebbe minacciare o addirittura superare Alipay o WeChat Pay”.

Wang ha proseguito il suo discorso incentrandolo sul fatto che la Cina per affrontare Libra deve rinnovare il suo sistema normativo. Quello che poi suggerisce il nuovo libro,sta nel fatto che il paese stia esplorando nuove politiche regolamentari riguardanti le offerte di monete iniziali, nonché le negoziazioni e gli scambi, che finora rimangono in un’area grigia legale.

La Cina che si sta preparando a diffondere la sua valuta digitale teme così tanto una valuta che quasi sembrava non avere più speranza? Vero però che i suoi timori potrebbero essere fondati Libra è rinata come Novi e non sembra voler fermare la sua corsa. Staremo a vedere cosa succederà e come si comporteranno i governi degli altri paesi che da un lato si vedono la Cina pronta al lancio della CBCD valuta digitale e dall’altro un Novi, il nuovo volto di Libra. Seguiremo le vicende di questa “battaglia tecnologica” e vi aggiorneremo su come si evolverà.